Menù

Image Map

martedì 1 ottobre 2013

Cibi dell'altro mondo - Panini alle fave di cacao

Buongiorno,
oggi cominciamo una nuova rubrica, "Cibi dell'altro mondo" dove metterò gli esperimenti che faccio con alimenti provenienti da lontano, dal Sud America e dagli Stati Uniti che sto conoscendo grazie a mio figlio che abita a Chicago.

E' incredibile la quantità di generi alimentari di cui non conoscevo neppure l'esistenza o che usiamo abitualmente in altre forme, già lavorate e raffinate.
Qui invece parto dall'elemento grezzo, puro, ricco di sostanze benefiche per l'organismo che non si sono perse nel processo di raffinazione e cerco di creare una ricetta che valorizzi al massimo questo alimento.

Il protagonista di oggi è il cacao o meglio, le fave di cacao.

Fave di cacao al naturale
Il cacao, il cibo degli Dei, un concentrato di energia e di benessere, veniva usato anche come moneta di scambio e godeva di importanza sia alimentare che religiosa.

Gli Aztechi inventarono la "Xocolatl", una bevanda ottenuta dalle fave di cacao pestate, l'antenata della nostra cioccolata anche se era un po' diversa dall'attuale in quanto oltre al cacao nella preparazione entravano anche peperoncino ed altre spezie.
Diversa ma forse non troppo perché oggi si trovano sul mercato barrette di cioccolato aromatizzate al peperoncino, è proprio vero che tutto ritorna prima o poi.

Il cacao è il miglior antiossidante del mondo, circa 19 volte più potente di una mela ed i semi sono la loro forma più pura, originale e potente, contengono beta-carotene, calcio, ferro, potassio e magnesio, sono fonte di serotonina che stimola i centri del piacere del cervello, è quindi un ottimo antidepressivo naturale.

Detto questo ci viene voglia di fare scorta di questi benefici semi ma non sono così facili da trovare qua da noi e non sono neppure a buon mercato, negli Stati Uniti sono molto più diffusi, sono anche certificati gluten free e costano circa 15$ alla libra (un po' meno di mezzo chilo).

Ma hanno anche un altro "difetto"se così si può chiamare, hanno un sapore molto diverso dal cioccolato che conosciamo, sono molto amari, ricordano il sapore del cacao ma sono lontani dai nostri gusti ormai abituati ad alimenti elaborati e raffinati.
Ma questo è solo il primo approccio, dopo aver "educato" il nostro palato a questo gusto riusciamo ad apprezzarlo interamente.

Ma veniamo alla ricetta di oggi, non volevo provare le fave di cacao in una preparazione dolce, troppo scontato, volevo qualcosa di originale che esaltasse il sapore di questi semi, per cui andando in rete per trovare qualche idea mi sono imbattuta nel Blog di Martina dove in un suo articolo spiegava l'utilizzo delle fave di cacao per la preparazione di panini.

Ho preso la sua idea e l'ho rivisitata anche per adattarla alle mie farine senza glutine, ecco la mia versione.

Ingredienti:

200 gr di farina senza glutine (ho usato la farina dei Piaceri Mediterranei per pane e pizza)
100 gr di farina senza glutine integrale (ho usato la Brot Mix per pane rustico Schaer)
20 gr di burro
2 cucchiai di ricotta
20 gr di lievito fresco
200 gr di acqua tiepida
Sale q.b.
n. 15 fave di cacao

Procedimento : 

Dato il sapore particolare delle fave di cacao ho scelto di dare un tono rustico al pane per cui ho utilizzato anche della farina integrale ed ho sostituito l'olio con il burro ed ho aggiunto la ricotta sia per finirla che per dare maggior morbidezza all'impasto.

Per prima cosa ho sbucciato le fave di cacao e le ho ridotte in pezzettini con un pestacarne.

Fave di cacao, al naturale, sbucciate e pestate
Dopo ho preparato la pasta del pane mescolando le farine ed aggiungendo 150 gr di acqua tiepida in cui ho sciolto il lievito, mescolando bene ed aggiungendo il resto dell'acqua in cui è stato sciolto il sale e per ultimo il burro fuso.
Dopo aver amalgamato bene, ho incorporato le fave tritate e la ricotta ottenendo un impasto morbido ed un po' appiccicoso.
Impasto
Con le mani bagnate di acqua ho formato i panini che ho messo a lievitare in forno sulla teglia.

Panini
Trascorso il tempo per la lievitazione ho acceso il forno (con i panini dentro) ed ho fatto cuocere per circa 40 minuti fino a quando si è formata una bella crosta croccante ed i panini erano cotti all'interno (prova stecchino).

Panini integrali alle fave di cacao
Il risultato è stato ottimo, il pane è croccante all'esterno, ben lievitato e morbido all'interno, i pezzettini di cacao oltre a dare una consistenza diversa danno una leggera nota di amaro che rende il tutto molto interessante, la ricotta invece non si sente per niente.

Adesso il problema era come gustare al meglio questi strani panini e l'idea è venuta a mio marito : speck e caciotta grigliata.
Ed in effetti è stato un successo, un abbinamento molto azzeccato, il salato dello speck e la dolcezza del formaggio risaltano con l'amaro del cacao, tanti sapori ben combinati ma che non si sovrappongono, ognuno mantiene la propria caratteristica ma si uniscono in un buon lavoro di squadra.

Panini alle fave di cacao con speck e caciotta grigliata

Da provare!

Ciao, alla prossima





10 commenti:

  1. Brava!! Ammiro sempr echi riesce ad ottenere dei buoni risultati con le farine senza glutine! Complimenti e gfrazie per aver provato la ricetta!

    RispondiElimina
  2. Ciao, non riesco a immaginarmi il sapore, ma mi incuriosisce molto la tua ricetta. Le fave di cacao, per caso, si trovano anche nei supermercati biologici, tipo Naturasì? Grazie per essere venuta a trovarmi, mi hai dato modo di conoscere il tuo blog, che trovo molto particolare e interessante. Un abbraccio Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se si trovano da Naturasì, sicuramente online puoi trovare qualcosa.
      Ciao

      Elimina
  3. Risposte
    1. Allora prova questa ricetta, un sapore diverso dal solito con il cacao
      Ciao

      Elimina
  4. Che ricetta invitante!!
    un baiser
    Roberta

    RispondiElimina