Menù

Image Map

lunedì 5 settembre 2016

Santa Maria Navarrese

Buongiorno,
oggi riprendiamo il viaggio in Olgiastra che avevo incominciato qualche giorno fa ed andiamo a Santa Maria Navarrese, una frazione di Baunei che è stata la nostra base per girare questa parte di Sardegna.
 
Santa Maria Navarrese
Per queste vacanze volevamo tornare in Sardegna ma ormai la costa Nord Est la conosciamo benissimo e così volevamo visitare qualche altra zona, la scelta è caduta sull'Olgiastra dopo aver visto sul web tante splendide foto.

Santa Maria Navarrese come base per le varie escursioni è stata una scelta casuale dettata soprattutto dal fatto che avendo deciso di prenotare pochi giorni prima della partenza non c'era molta scelta.
Ma anche se dettata dalla necessità devo dire che è stata una scelta davvero azzeccata.

Il paese non è molto grande e si inerpica sulla collina, dal nostro bellissimo appartamento potevamo vedere il mare poco distante.

Santa Maria Navarrese, vista dal balcone dell'appartamento
Come dicevo poco sopra il paese non è molto grande tuttavia nonostante fosse Agosto era comunque vivibile, si riusciva a trovare parcheggio anche in centro, la spiaggia non era molto affollata ed un posto al bar si trovava sempre.

E' molto ben fornito anche per quello che riguarda i servizi, ci sono almeno un paio di supermercati di cui uno con anche un reparto pescheria che è molto fornito dove vendono il pesce locale che arriva freschissimo tutte le mattine, parecchi ristoranti e pizzerie, l'Ente del Turismo dove poter avere qualche dritta e prenotare le escursioni, bar sulla spiaggia dove si può anche mangiare un pasto freddo, ecc.

La spiaggia è libera ma è possibile, se interessati, affittare ombrelloni e sdraio che si possono posizionare dove si vuole.

La spiaggia è anche ben ombreggiata da una bella pineta per chi non ama troppo il sole (non è il mio caso).

Santa Maria Navarrese, la spiaggia
Nel periodo estivo vengono fatte tante sagre, come quella dei culurgiones che però non abbiamo visto perché siamo rientrati troppo tardi eravamo stanchi oppure quello della carne di capra che lo facevano qualche giorno dopo la nostra partenza.

Ci sono anche musica dal vivo ed esposizione di artigiani ed hobbisti praticamente tutte le sere di Agosto, quindi pur essendo una località tranquilla e non troppo mondana non si rischia di annoiarsi.

Molto carino il belvedere presso la torre spagnola dove è possibile ammirare il mare stando comodamente seduti su panchine all'ombra degli alberi.

Santa Maria Navarrese, il belvedere della torre spagnola

Santa Maria Navarrese, veduta dal belvedere della torre spagnola

Santa Maria Navarrese, veduta dal belvedere della torre spagnola

Ecco anche un paio di video



E per finire una curiosità, Santa Maria Navarrese secondo una leggenda deve il suo nome ad una principessa spagnola che fuggì (o fu mandata via non è ben chiaro) da suo padre il re di Navarra e durante la traversata si salvò da una terribile tempesta trovando riparo nella baia, allora per ringraziare la Madonna fece costruire e Le dedicò la chiesetta bianca che ancora oggi si trova nel paese.

Prossimamente pubblicherò altri articoli su queste vacanze in Olgiastra, spiagge, escursioni in barca, trekking (forse è un po' esagerato chiamarlo così) e perfino una serata ad un osservatorio astronomico per vedere da vicino la luna e Saturno.

Tornate a trovarmi.

Ciao, alla prossima

 

3 commenti:

  1. Risposte
    1. Vedrai il resto quando riesco a pubblicarlo
      Ciao

      Elimina
  2. Sempre belle le tue recensioni di viaggio, splendide foto e dettagliate spiegazioni. =)
    Dani

    RispondiElimina