Menù

Image Map

lunedì 15 luglio 2013

Staffetta del 15 Luglio - Sliding Doors




La Staffetta è una iniziativa dedicata ai bloggers che partecipano scrivendo un articolo su un argomento che viene scelto attraverso un meccanismo di votazioni ed il giorno 15 del mese alle ore 9.00 in contemporanea tutti i bloggers partecipanti pubblicano il loro post.

Il tema di questo mese è "Sliding Doors", un argomento molto particolare, tanto che sono stata indecisa fino all'ultimo se partecipare o meno perché non sapevo come approcciarlo, non mi venivano in mente idee particolarmente interessanti, tutto era squallidamente banale ma ho voluto lo stesso partecipare perché era una sfida, una competizione con me stessa per riuscire a tirare fuori qualcosa di buono, non è detto che tutte le cose debbano essere semplici, altrimenti che gusto c'è?



Sliding Doors rimanda al film del 1998 dove la protagonista, viene licenziata e torna a casa prima del previsto, a questo punto la storia si sdoppia, si svolge su due fronti paralleli, due situazioni diverse in cui nel primo caso Helen tornando prima del solito scopre il tradimento del compagno e lo lascia, nel secondo perde il metrò e  la scena al suo arrivo è la solita di tutte le sere. Vite parallele in cui vediamo Helen che prosegue una relazione deludente ed Helen che lascia il fidanzato e si rifà una vita con un altro uomo. Ma questo è un film e ci deve essere un finale per cui il regista fa convergere le vite delle due Helen, una morirà ma l'altra trova la forza di lasciare il suo fidanzato ed incontra l'uomo di cui era innamorata nell'altra storia. La nostra vita non è un film ma la morale di questo film si può applicare anche alla nostra vita, un banale imprevisto e tutto cambia, la nostra esistenza vira improvvisamente su strade diverse con un forte stridio di gomme.

L'importanza del Caso nella nostra vita, quante volte ci siamo domandati "Come sarebbe andata se ....", non possiamo saperlo, può essere stato per nostra decisione o per un evento voluto dal Destino che ci siano trovati su questa strada, con o senza la nostra volontà, e dobbiamo starci anzi, dobbiamo cercare di restare in carreggiata al meglio e magari correre per raggiungere il traguardo.

Caso o Caos?

Abbiamo dato un nome a tutte queste variabili che influenzano la nostra vita, Destino, Caso ma forse è più giusto chiamarlo Caos prendendo spunto dalla Matematica, dalla Teoria del Caos di Edward Lorenz.

La Teoria del Caos studia attraverso modelli i comportamenti di sistemi complessi che mostrano una esponenziale sensibilità al variare sia pur minimo delle condizioni iniziali, cioè piccole variazioni nelle condizioni iniziali portano a grandi ed imprevedibili variazioni nel lungo termine.

Ecco l'"effetto farfalla" che ha scatenato la fantasia di scrittori e registi, da Jurassic Park a The Batterly Effect, da A Sound of Thunder a Sliding Doors.

Sistemi complessi, e cosa c'è di più complesso della vita, della nostra vita?
Qualsiasi interferenza sul nostro cammino ci fa cambiare strada e quando siamo sulla strada nuova altre interferenze ci faranno nuovamente deviare, questo è il bello ed il brutto della vita.
Il bello è che la vita è varia, mai monotona, il brutto è che certe volte non ti aspetti una deviazione e vai a sbattere, prendi di quelle musate ....

Nella vita non ci sono porte scorrevoli per entrare ed uscire a piacimento dall'una all'altra ma solo porte che si chiudono ed altre che si aprono e non possiamo tornare indietro.
Tanti eventi, infinite variabili, pochissime che possiamo controllare, incidono sul corso degli eventi e generano effetti irreversibili.

Detto così sembra tragico ma quello che voglio esprimere è che sta a noi adattarsi al meglio alla nuova situazione in cui ti vieni a trovare e volgere gli eventi a nostro favore.

Ogni cambiamento è un'opportunità, sta a noi afferrarla al volo o lavorare per raggiungerla.

Cambiamento

Nessuno sa come andranno a finire le cose, come si evolveranno le situazioni ma dobbiamo vivere ogni minuto con entusiasmo ed impegno dando il meglio di noi senza scoraggiarsi od abbattersi, pensando positivo.

Pensa positivo
Vi ringrazio di avermi seguito fino qua, perché non andate anche a vedere come hanno sviluppato il tema le altre blogger?

Ecco l'elenco dei partecipanti alla Staffetta, buona lettura.


3. Cristina 
4. made in bottega http://www.madeinbottega.com
17 . Design Therapy : http://www.designtherapy.it/
20. MamiS - il gufo e la civetta - http://ilgufoelacivetta.blogspot.it/
25. Beat - Mamma...e ora che faccio?: www.mammaorachefaccio.com
26.Sara-NuvolositàVariabile http://www.nuvolositavariabile.com/
28. Antonietta Nido in famiglia gnometti&fantasia http://gnomettiefantasia.blogspot.it/
29. Norma Voglio il mondo a colori : http://voglioilmondoacolori.blogspot.it
30. Ilaria Maggi - La Via dei Colori -  http://laviadeicolori.wordpress.com/

28 commenti:

  1. cambiamento = opportunità è davvero una gran cosa.
    A volte la routine è rassicurante, ma ci fa perdere un sacco di occasioni.
    Buon inizio settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, la routine è una sicurezza ma è limitante.
      Ciao

      Elimina
  2. Anche il mio post è una riflessione filosofica sul caso, interessante il tuo punto di vista...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti per la tua riflessione, è molto più filosofica della mia, io ci metto forse troppa "matematica", la matematica è la base della vita materiale non di quella spirituale.
      Ciao

      Elimina
  3. Hai perfettamente ragione, questo dovrebbe essere il punto di vista sui cambiamenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho detto ma non è sempre così facile da mettere in pratica ....
      Ciao

      Elimina
  4. ma che bello questo post, pieno di spunti.
    la teoria dell'effetto "battito d'ali" m affascina enormemente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me affascina molto ed un po' mi fa paura
      Ciao
      Norma

      Elimina
  5. verissimo .....confermo non esistono porte e non si può otrnare indietro si può solo andare avanti. I cambiamenti gli imprevisti esistono e fanno parte del bello della vita:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, si può andare solo avanti non esiste il tasto "Backspace"
      Ciao
      Norma

      Elimina
  6. giustissimo pensare positivo! soprattutto quando le avversità incombono e i pensieri negativi altrui anche! la difficoltà consiste nell'opporsi ai condizionamenti mentali degli altri...riuscirci è già una conquista secondo me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero, non è proprio facile ma bisogna provarci perché non è giusto che atri condizionino la nostra vita.
      Ciao
      Norma

      Elimina
  7. assolutamente vero! chi pensa poaitivo riesce sempre ad adattarsi bene e fa della sua vita un?oasi di felicità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è facile pensare sempre positivo ma aiuta in tante cose
      Ciao
      Norma

      Elimina
  8. Piene di energia mi arrivano le tue parole, proprio al momento giusto, proprio adesso che mi si affaccia ala porta un cambiamento, con tutti i dubbi e le paure, ci metterò anche la tua riflessione sul l'opportunità e prego davvero che lo sia! Grazie!:-)

    RispondiElimina
  9. Bello il riferimento alle "interferenze"...sorridevo mentre leggevo dell'effetto farfalla, io ci credo molto, come credo fortemente nei numeri e nella matematica ;-) meno male che hai scelto di scriverlo questo post, altrimenti non avrei avuto la fortuna di poterlo leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa piacere che ti sia piaciuto
      Ciao
      Norma

      Elimina
  10. Se non sbaglio la parola "cambiamento" è formato dagli ideogrammi "pericolo" e "opportunità"...non a caso! Beh, considerando che lo reputavi un argomento che quasi quasi ti faceva buttar via la spugna, direi che invece ti sei sbizzarrita alquanto! Complimenti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo sapevo ma pericolo ed opportunità rispecchiano proprio quello che intendo per cambiamento.
      Grazie
      Ciao
      Norma

      Elimina
  11. Sono da sempre molto fatalista, e credo che il caso, le coincidenze e quanto altro, siano solo stati della me Ge ma che in realtà non esistano davvero. Tutto va come deve andare sempre e solo nel momento giusto, anche se poi, li per li ti sembra quello sbagliato. Gli eventi andrebbero sempre guardati col senno di poi, perché assumerebbero la giusta dimensione, come piccoli pezzi del puzzle che finalmente trovano un posto...
    Grazie per questo bel post...Ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente capita per caso, tutto prima o poi trova un senso
      Ciao
      Norma

      Elimina
  12. Bello bello bello!!! Mi piacciono questi pensieri così positivi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, la positività non può che fare bene
      Ciao
      Norma

      Elimina
  13. bella questa sensazione di forza interiore che esprime il concetto di opportunità nel cambiamento. Brava!

    RispondiElimina
  14. beh! allora visto che ti piacciono le sfide e ti piace viaggiare ti metto alla prova con l'iniziativa che ho lanciato ieri sabato nel mio blog a proprosito dei "suoni". Se ti va di partecipare sarò curiosa di scoprire con che capolavori riuscirai a stupirmi. In fin dei conti l'hai già fatto con questo post, visto che hai detto che non avevi idee e guarda un po' che hai sritto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettami, sto arrivando .....
      Ciao

      Elimina