Menù

Image Map

mercoledì 18 settembre 2013

Golfo Paradiso - Parte seconda - Punta Chiappa

Buongiorno,
oggi torniamo in Liguria per la seconda tappa del viaggio nel Golfo Paradiso, da Camogli andiamo a Punta Chiappa per una bella giornata di mare, sole e sane nuotate in un'acqua fresca e trasparente.

Punta Chiappa, un'insenatura
Ma partiamo dall'inizio, si può arrivare a Punta Chiappa da Camogli in traghetto oppure a piedi con una bella e semplice passeggiata di un'ora che, attraverso un sentiero costruito a scalini , circa 900 per la precisione, porta alla punta estrema del promontorio.
Noi, avendo poco tempo, abbiamo optato per il traghetto ma la passeggiata non sarebbe da perdere, chi non se la sente poi di rifare i 900 scalini in salita può tornare in traghetto.

Il traghetto parte dal porticciolo di Camogli ogni ora, il tragitto dura circa 15 minuti con un panorama meraviglioso che introduce pian piano alla bellezza di questo luogo.

Camogli vista dal traghetto
Panorama verso Punta Chiappa
La fermata di Punta Chiappa è a Porto Pidocchio, il porto più piccolo del mondo (ecco il motivo di questo particolare nome), un'insenatura naturale usata da sempre come riparo per le barche dei pescatori.

Porto Pidocchio
Attraverso un sentiero ombreggiato, in salita all'inizio ma comunque sempre facilmente percorribile, si arriva alla fine del promontorio su una spianata dalla quale si può accedere al mare sia da destra che da sinistra.
La parte estrema del promontorio di Punta Chiappa
Sul terreno brullo e riarso che contrasta con il verde e l'ombra del sentiero appena percorso, una distesa di fichi d'india arriva fin quasi al mare.


La discesa al mare è abbastanza ripida e, non essendoci spiaggia, ci si può sdraiare solo sugli scogli.
Forse "sdraiare" è una parola grossa, infatti non sono molto comodi, diciamo che si può stare seduti, anche comodamente, ma sdraiati è difficile.
Ci sono solo pochi posti pianeggianti nei quali ci si può distendere ma appunto perché sono pochi se non si arriva presto si trovano già occupati. 

La parte di scogliera verso Camogli è più scoscesa di quella che dà verso Portofino ma il mare è facilmente raggiungibile attraverso scalinate artificiali e la salita è facilitata dal corrimano.

La discesa al mare dal lato verso Camogli
 L'acqua è trasparente e pulita, piacevolmente fresca


La parte del promontorio che guarda verso Portofino degrada più dolcemente verso il mare con la scogliera che forma delle lastre sulle quali ci si può sedere.
La discesa è agevole anche se alle infradito sarebbe meglio preferire le scarpette da scogli.

La scogliera dal lato che guarda verso Portofino

L'acqua è trasparente e quasi subito diventa profonda e lo snorkeling regala immagini di branchi di pesci che si avvicinano senza paura.

Il sole batte implacabile e dato che è tutta scogliera non si può piantare l'ombrellone per cui conviene andare muniti di creme solari e cappellino.

E per finire una bella panoramica presa dall'alto della scogliera che spazia sulla baia di Camogli.

Panorama verso Camogli
Questa escursione è stata una bella esperienza, ho scoperto un posto bellissimo relativamente vicino a casa, certe volte non serve andare lontano per trovare meraviglie.

Ciao a tutti, alla prossima

10 commenti:

  1. Che voglia di estate che mi è ritornata con queste foto...
    www.ohmydesign.it

    RispondiElimina
  2. è veramente un paradiso!
    non mi dispiacerebbe avere una casa sulla scogliera!
    grazie per essere passata dal mio blog
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti fai la casa sulla scogliera poi me la affitti?
      Ciao

      Elimina
  3. Che meraviglia di mare!!! =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero bello e non lo conoscevo proprio
      Ciao

      Elimina
  4. La Liguria è sulla lista dei luoghi da visitare, grazie per aver condiviso e per avermi fatto visita
    ti seguo su bloglovin, a presto
    Marica di HOME MAde IDeas

    RispondiElimina