Menù

Image Map

mercoledì 15 maggio 2013

Staffetta di Blog in Blog : Pulizie di primavera: cosa butto e cosa tengo

La Staffetta è una iniziativa dedicata ai bloggers che partecipano scrivendo un articolo su un argomento che viene scelto attraverso un meccanismo di votazioni ed il giorno 15 del mese alle ore 9.00 in contemporanea tutti i bloggers partecipanti pubblicano il loro post.
Sono stata indecisa fino all'ultimo se partecipare o no, il tema non è facilissimo, è molto facile cadere nel banale ed infatti durante l'iscrizione è stato richiesto di fare post originali, francamente non avevo molte idee per cui ho aspettato, non è che adesso le idee facciano a botte per prevalere una sull'altra, al momento si stanno solo annusando e confrontando per vedere se una di loro può andare.
Pulizie intese in senso lato, dentro e fuori, fisiche e mentali, si può riassumere tutto in una parola : RINNOVARE, tengo quello che c'è di buono e butto quello che non va, alla fine di questo processo devo ottenere qualcosa di migliore, per me ma anche per gli altri, per chi mi sta vicino.
Coraggio mancano ancora 7 giorni!

Voglio fermarmi ogni giorno e dedicare un po' di tempo a questi pensieri, proverò a tenere una specie di diario ed alla fine di questa settimana avrò 7 cose che tengo e 7 che butto, 14 cose che forse potranno rinnovare almeno un po' la mia vita.



Caro Diario, eccomi qui per il primo appuntamento, cerco di mettermi comoda e tranquilla per pensare, ho bisogno di tempo.

Ed ecco che pensando al tempo mi si accende la lampadina, la FRETTA, oggi butto via la fretta.

Sono stanca di correre sempre, sembra che il tempo non sia mai abbastanza e poi invece ti accorgi che tante volte il tempo è sufficiente, sei tu che non lo sfrutti al meglio e così devi correre.
A forza di correre si rischia di cadere in circoli viziosi, di correre anche se non ne hai effettivamente bisogno, ecco che la fretta diventa un vizio.

Lo vedo in tante piccole cose, per esempio quando sono in macchina ho sempre fretta anche se effettivamente non ho urgenze o sono perfettamente in orario, scalpito dietro quello che davanti a me al posto di guidare una macchina sembra che conduca una carrozza, suono a quello che per svoltare ci impiega una vita, mi arrabbio se il semaforo diventa rosso e via così.
Ed il bello è che non ci guadagno niente, mi arrabbio solo, per cui pensandoci bene a che cosa mi serve?

E poi la fretta ti toglie tempo, per esempio il tempo da dedicare ad un amico, quante volte per la fretta non ho prestato attenzione a quello che diceva un amico al telefono? Per la smania di fare più cose contemporaneamente ho distolto l'attenzione dal discorso per fare altro, magari finire di scrivere una mail, o peggio ancora finire una partita a Ruzzle che poi inevitabilmente perdo.

Sì, sì è da buttare!

Buttiamo via la Fretta!
P.S. Questa è la mia macchina ma non vado così veloce
Ed invece che cosa tengo?

Tengo le mie FOTO IN BIANCO E NERO ritrovate dopo tanti anni, il ricordo di un viaggio bellissimo.

Ho sempre saputo che erano lì ma non le ho più guardate per 30 anni.
30 lunghi anni in cui è passata la vita, 30 anni che mi hanno cambiato e che di colpo per un momento è come se non fossero mai esistiti, la magia della fotografia è quella di farti rivivere il tempo passato, è la macchina del tempo.
Viaggio in Marocco 1983

Caro Diario, eccomi ancora qua a continuare questo esercizio mentale, ti devo dire che mi sta quasi venendo facile e non vedo l'ora di tornare da te per raccontarti quello che ho pensato.

Dunque, oggi voglio buttare via la PIGRIZIA, intendo la pigrizia fisica, quella che ti fa prendere un sacco di scuse per non andare in palestra, che ti spinge ad usare la macchina anche quando  non sarebbe necessario, che ti fa rimandare a domani quello che puoi fare oggi.

E la scusa principale qual è? Non ho tempo, ho FRETTA!
Ma la Fretta non l'avevo buttata via ieri? Eh, sì, allora non l'ho più per cui non ho più scuse.

E quindi mettiamo nero su bianco i buoni propositi, qualche volta di più a piedi e la palestra almeno una volta alla settimana, dopo tutto mi fa bene fisicamente, è vero, mi annoio un po' perchè non riesco a fare i corsi visto che hanno orari strani per me, mi resta solo la sala attrezzi che è un po' monotona però mi voglio impegnare e ci andrò un po' di più.

Cosa dici, scusa? Non devo raccontare balle? Ok, hai ragione, è inutile che faccio la vittima e dico che mi sacrifico per andare in sala attrezzi visto che non riesco a seguire i corsi, c'è anche la piscina e visto che la Pigrizia la sto buttando, qualche volta posso anche andare a nuotare, d'altra parte l'anno scorso mi ero pure divertita!

Ancora? Ma caspita, non me ne  lasci passare neppure una, ma cosa sei il mio Grillo Parlante? Va bene, vado anche a fare qualche lezione in palestra, vorrà dire che verrò a casa un po' più tardi ma tanto, che Fretta c'è?
Contento?

E adesso vediamo che cosa teniamo oggi.

Ho deciso, oggi mi tengo la VOGLIA DI IMPARARE.

Per fortuna questa non l'ho mai persa, nonostante tutto, la Fretta e la Pigrizia, questa c'è sempre, a volte però un po' discontinua o disorganizzata ma sempre presente.

Sono una persona curiosa di natura, ovviamente non intendo dire che mi piace mettere il naso nei fatti degli altri, ma che voglio conoscere sempre cose nuove per cui mi butto in tante imprese e quasi tutte fai da te.
Frequento il mio corso di pittura su ceramica tutti i lunedì e quando organizzano lezioni il sabato faccio corsi di cucito creativo ma per il resto mi organizzo da sola e così ecco il corso d'inglese on-line, il corso di fotografia che cerco faccio leggendo qua e là su internet ecc.

Diciamo che ho anche il vizio di mettere spesso un po' troppa carne al fuoco per cui mi si intrecciano le attività e qualche volta vado in overflow, sicuramente un po' di organizzazione non guasterebbe.
Tu cosa mi consigli caro Diario?

Sì, in effetti non è male l'idea di fare uno schema dove inserire quello che voglio fare con l'orario ed il tempo da dedicare, tipo : Martedì dalle 18 alle 19 Inglese on-line, Mercoledì 22-23 lettura serale di un libro in inglese, Sabato 11-13 film in inglese ecc.
E' un po' forzato ma come inizio può andare bene, poi dovrebbe diventare spontaneo.

No, su questo proprio non voglio neppure discutere, niente corsi serali! Non ce la farei fisicamente, scusa ma tengo una certa età!

Un bel film visto in lingua originale


Carissimo Diario, nuova giornata, e pure bella, promette un bel sole e mi viene voglia di fare, per cui rimbocchiamoci le maniche e facciamo un po' di ordine, sì perchè quello che oggi butto è il DISORDINE, mi dai una mano?

Eh sì, io fondamentalmente sarei una persona ordinata, ma chissà perchè la maggior parte delle volte mi trovo sommersa in un vero e proprio caos, spesso faccio finta di niente ma certe volte, proprio come oggi, mi dà veramente fastidio.

La mia scrivania in mansarda che è anche il mio banco di lavoro, è un campo di battaglia, ci posso trovare di tutto e dato che passo disinvoltamente da un lavoro all'altro, dalla pittura al cucito, dallo scrapbooking alla catalogazione delle fotografie spesso i lavori che sono in attesa di essere finiti restano lì appoggiati in trepida attesa ed in buona compagnia.
Ed il fatto che la scrivania in realtà è un tavolo allungabile non aiuta, se non c'è più spazio lo apro ancora un po'.

Allora, da che parte cominciamo?
Prima di tutto troviamo un posto ai lavori finiti, sì, d'accordo, un posto vero, non li sposto solo da una parte all'altra, gli trovo una degna sistemazione e non li nascondo perchè così gli avrei trovato solo una degna sepoltura, anzi, prima li fotografo, li catalogo (saranno i protagonisti dei prossimi post nel mio blog) e poi ad ognuno il suo posto, la sciarpa nell'armadio, le presine in cucina ecc.

Dai, adesso passiamo ai lavori non ancora terminati, intanto che tu sistemi quelli che possono essere riposti in comode scatole, il cucito per intenderci, io faccio ordine tra pennelli e colori che tornano nella borsa della pittura mentre il vaso mezzo decorato deve stare sulla scrivania altrimenti mi si rovina.
Ah, le scatole lasciamele sulla scrivania ben impilate altrimenti chi li finisce i lavori?

Ecco fatto, adesso sì che si comincia a respirare, siamo stati proprio bravi!
La parte più dura adesso è mantenere questo ordine, ci riuscirò? Ci provo, serve solo un po' di costanza!

Dai, è una bella giornata, usciamo un po'.
Ecco, mi è venuta un'idea, oggi mi tengo l' ALLEGRIA che mi dà questa giornata di sole.

Sì, non c'è niente di meglio di una giornata di sole per mettere di buonumore, per regalare un po' di ALLEGRIA.
Il cielo azzurro e terso dopo un temporale, il cinguettio degli uccellini, la luce luminosa del sole, il profumo dei fiori un po' strapazzati dalla pioggia di ieri, ma che bello!

Il sole ti fa star bene, è ancora fresco ma già ti promette giornate calde, dorate e luminose e tu rivedi nei tuoi pensieri un mare blu, fresco ed accogliente, una spiaggia sterminata dove poterti rilassare e dimenticare il freddo dell'inverno e del cuore.

Mamma mia, che NOSTALGIA! No, non ci deve essere posto per la NOSTALGIA in questa bella giornata di ALLEGRIA, cacciamola, anzi, uno dei prossimi giorni la buttiamo proprio, non ha senso rimpiangere giorni felici, devi credere che altri giorni felici ti stanno aspettando.

Barcellona, la spiaggia a Barceloneta



Buongiorno caro Diario, ecco un'altra giornata da trascorrere assieme, cosa mi proponi oggi?
Ah, dovevo immaginarlo, dato che ieri abbiamo buttato il DISORDINE, mi vuoi far riordinare anche la dispensa buttando via tutto quello che è scaduto e riorganizzando gli spazi e la disposizione delle cose.

Eh, questo è un punto dolente in effetti, abbiamo una bellissima dispensa in cui non si trova mai niente perchè tutto è accatastato, tutto buttato alla rinfusa, le cose non si trovano per cui si ricomprano e poi risaltano fuori dopo un po' di tempo ma scadute.
Mio marito continua a dirmi che sono disorganizzata e forse tutti i torti non ce li ha, comunque a me piace dire che sono diversamente organizzata!

Va bene, oggi butto la DISORGANIZZAZIONE.

In effetti basterebbe poco, le cose più alte dietro, le più piccole davanti, i legumi da una parte, l'olio e le bottiglie sotto ecc.
In questo modo si ha tutto a vista e non si rischia di ricomprare cose che hai già e buttare cose che sono scadute con un notevole risparmio per il portafogli.
Una volta all'anno di solito metto in ordine e parto con buoni propositi ma dura proprio poco, tempo un paio di settimane tutto torna nel caos più assoluto.

Lo so, mi manca la costanza, infatti pur essendo una bella virtù non la metto nelle cose da tenere perchè non ce l'ho proprio, la dovrei comprare.
Sai quanto costa al chilo?

No, scusa ma questa volta non sono proprio d'accordo con te, va bene che ti è presa la mania di fare ordine ma i RICORDI DI VIAGGIO me li tengo tutti!

E' vero, ho riempito un armadio, ma di viaggi per fortuna ne abbiamo fatti tanti e da ognuno oltre alle foto ho voluto portare un ricordo da guardare e da toccare, qualcosa di particolare e caratteristico del luogo, qualcosa che a distanza di tempo mi riportasse a quei momenti spensierati.

Forse il problema è anche la dimensione, infatti se una cosa mi piace non guardo se è ingombrante o no, la compro e la porto a casa, punto e basta!
Ti ricordi quando dal Marocco io e mio marito abbiamo portato a casa due pentole Tajine con i relativi fornelli in terracotta? Siamo pure riusciti a farli stare nella cappelliera dell'aereo e li abbiamo consumati a forza di usarli.

E poi, la seta dalla Tailandia, la maschera da Venezia, la rosa di Gerico dall'Egitto, le rose del deserto dalla Tunisia (erano belle pesanti!), il tappeto da Creta, la tequila col verme dal Messico e i ćevapčići dalla Croazia, te li ricordi vero? Un meraviglioso profumo di aglio in macchina per quasi 600 km! Questi però sono durati poco, ce li siamo mangiati subito.

Sai che non mi ricordo neppure tutto quello che ho preso? Ci sono alcuni viaggi dei quali mi sfugge il souvenir, per esempio, in Corsica che cosa abbiamo comprato?
Mi sa che devo fare una visita al mio armadio delle meraviglie.

Venezia, maschere



Mmmm, brutta giornata oggi, amico mio, mi devo essere alzata col piede sbagliato dal letto, sono piuttosto nervosa e non so neppure perchè.

Se il buongiorno si vede dal mattino, allora auguri!
E' vero, ho bisogno di carburare alla mattina per cui fino a quando non ho mangiato qualcosa e mi sono svegliata con un po' di the è meglio lasciarmi stare, ma questa mattina è peggio del solito, mi dà fastidio che mi si parli, mi disturba pure il telegiornale.
Già, bravo, hai ragione, non va bene ed allora perchè non lo butto il NERVOSISMO?
Ci fosse un motivo, ok, lavoriamo su questo, ma dato che il motivo non c'è perchè permettere che questa sensazione negativa rovini la mia giornata (e non solo la mia!).

Cosa posso fare?
Per prima cosa provo a fare un sorriso alla prima persona che incontro.
Beh, la prima è stata mio marito e dato che il primo tentativo non è andato proprio a buon fine si è preso una bella smorfia, comunque il secondo è già meglio.

Ma perchè quando mi parlano mi viene voglia di rispondere con un bel grugnito così capiscono che mi devono lasciare in pace?
Proviamo invece a rispondere un po' più civilmente, certo, ci devo mettere un po' di impegno ma alla fine ci riesco, peccato che però continuano a parlare ed io devo pure rispondere (educatamente comunque).

Sai una cosa, caro Diario? Ho fatto un po' di fatica ma questo esercizio mi è servito molto, sono già meno nervosa e quando arrivo in ufficio raggiungo pure i colleghi alla macchina del caffè per quattro chiacchere.

Ah, finalmente sono a casa, il NERVOSISMO è passato, sono abbastanza rilassata e  non vedo l'ora di scrivere sul mio Blog.

Ti ricordi quanto ci  ho pensato prima di aprire il mio Blogghettino?
Avevo paura, paura che nessuno mi filasse, che non importasse a nessuno quello che dicevo, che non fossi all'altezza, paura di restarci male.

Ma alla fine è prevalsa la VOGLIA DI METTERMI IN GIOCO ed adesso me la tengo ben stretta.

All'inizio ho cominciato di nascosto, senza dire niente a nessuno, senza sapere come funzionasse, poi pian piano ho capito le regole, ho imparato i termini e tutto è stato più facile, ho conosciuto altri blogger e mi sono fatta conoscere, sono un po' cresciuta, ho ancora tanto da imparare ma la voglia non mi manca.
La strada è lunga, le sfaccettature tante come tante sono le opportunità ed io ho proprio VOGLIA DI METTERMI IN GIOCO ancora.

Il mio Blog



Caro amico di penna, questa mattina mi sono svegliata con uno strano sentimento addosso, un misto di nostalgia, malinconia, tristezza, più o meno quello che i portoghesi chiamano "saudade", ho sognato di essere ancora a Barcellona, quant'era bello! Il tempo era magnifico, il sole caldo, una bella brezza soffiava leggera e profumata, un ristorantino sulla spiaggia ed un bel piatto di gamberoni sul tavolino.

E poi di colpo la sveglia suona e tutto svanisce, non c'è  più, come non c'è più Barcellona, almeno per me, o almeno non per come l'ho vissuta tre anni fa, da pendolare una volta al mese.

Ah, come aspettavo quei viaggi che oltre a portarmi da mio figlio mi portavano in una città bellissima, colorata, allegra.
Quei giorni in cui la prima cosa che vedevo svegliandomi era il panorama che spaziava sulla città che ancora addormentata si svegliava pian piano, quei giorni in cui correvo al mercato della Boqueria per scegliere il pesce migliore, quei pomeriggi passati a scaldare le ossa ed il cuore in una spiaggia assolata ....

Barcellona, panoramica dalla finestra di casa

Scusa, cosa hai detto? Non ti stavo ascoltando immersa nei miei ricordi.
Mi stai dicendo che non devo lasciarmi travolgere dalla NOSTALGIA, che ci sono altre cose belle, che se una parentesi si è chiusa, se ne sono aperte altre, insomma, mi stai rimproverando.
Sai, hai ragione, è vero, ed allora sai cosa faccio oggi? Butto la NOSTALGIA.

Sì, era bello, ma devo guardare anche quello che di bello ho adesso e nonostante mi lamenti spesso posso dire che di cose positive ce ne sono tante.
Si è aperto un nuovo ciclo, una nuova era, l'era di Chicago, esperienze diverse, nuove, a volte strane ma comunque importanti.

Chicago, panorama dal John Hancock Observatory
Certo ci vado con minore frequenza ma quei giorni cerco di viverli intensamente e quando torno mi porto una valanga di ricordi che per riordinarli mi impegnano fino al prossimo viaggio.
E poi la preparazione in vista della prossima partenza, cercare nuove cose da fare, scovare i biglietti al prezzo migliore, fare e disfare la valigia mille volte, l'attesa .....
A proposito chi ha detto "L'attesa del piacere è essa stessa piacere"?


Sai che mi hai fatto sorridere? Ed allora ti dico che oggi tengo il SORRISO.

Ma pensaci, quanto poco sorridiamo oggi! Con la vita sempre di corsa, le competizioni in ogni angolo, la crisi, le brutte notizie ovunque, c'è ben poco da sorridere.
Il SORRISO è sempre più raro, è diventato un bene prezioso, di lusso ed invece è gratis.

Pensandoci bene però sorridere è facile, basta guardare le piccole cose, concentrarsi sui particolari, qualcosa di bello c'è sempre, un fiore, un raggio di sole,  un amico sincero, una persona cara ....

Ed allora tiriamolo fuori questo SORRISO, ma non deve essere solo una questione di muscoli che si muovono, deve venire dal cuore.
Il SORRISO ti fa star bene, ti scalda l'anima e ti illumina gli occhi e poi è contagioso, se una persona ti sorride, devi sorridere anche tu.

E allora ci provo, ogni giorno almeno qualche SORRISO, non cambierò il Mondo ma starò meglio.



Caro Diario, oggi è l'ultimo giorno, domani parte la Staffetta e finiscono i nostri colloqui quotidiani, però mi prometti che ogni tanto ci sentiremo lo stesso?

Anche per l'ultimo giorno una cosa da buttare ed una da tenere, che cosa faccio?

C'è una cosa che vorrei fare da tanto tempo, buttare il divano di mio marito, vecchio, sformato e scomodo che però lui adora.
Non so se ci riuscirò, mio marito mi ha detto che se io butto il divano, lui butta me.
Quindi niente divano, però, aspetta, se butto mio marito dopo posso buttare il divano!
Cosa ne dici?
Cosa? Non è una buona idea, vero? La casa senza divano e senza marito sarebbe troppo vuota, hai ragione, lasciamo perdere.

Allora, sai cosa ti dico, oggi è l'ultimo giorno ed io non butto via NIENTE.


Quello che voglio tenere invece è tanto, anzi sono tanti, tengo GLI AMICI APPENA RITROVATI DOPO 37 ANNI.

Ti ricordi come ero emozionata quando stavamo organizzando la rimpatriata di tutti i compagni della 5a C del liceo?
Che gioia quando si riusciva a rintracciare qualcuno di cui si erano perse le tracce.
E la preoccupazione dei giorni prima dell'incontro? Ero combattuta tra la gioia di rivedere visi ormai dimenticati e la paura di restare delusa e di deludere.
Tu mi dicevi che tutto sarebbe andato bene ma io non ti credevo fino in fondo, ed adesso ti posso dire che avevi ragione tu, anzi, non è andato solo bene, è andato benissimo.

Certo, siamo tutti cambiati, qualcuno ho fatto fatica a riconoscerlo, ma eravamo sempre noi, con in più un'esperienza ed una consapevolezza che non avevamo 37 anni fa.
Siamo subito entrati in sintonia, come e più di prima, allora eravamo 30 persone che stavano insieme perchè obbligati, adesso invece ci siamo scelti e voluti.
Abbiamo riso tanto ma anche pianto, lacrime di gioia e di commozione per questo evento speciale a cui tutti abbiamo lavorato per organizzare.

Ed adesso sono più ricca, prima avevo 30 compagni, adesso ho 30 amici, per sempre!

Scusa Diario caro, adesso chiudo qui perchè mi sta venendo un groppo alla gola ...


Caro Diario, eccomi arrivata alla fine di questa settimana, sono proprio contenta di aver passato questo tempo con te, ho fatto un po' di propositi, un po' di analisi, meglio che dallo psicanalista, ma quello di cui sono più contenta è che nel mio bilancio sono più le cose positive di quelle negative, mi era molto più facile trovare cose da tenere che da buttare.

Grazie dei consigli e della compagnia amico caro.

Cari amici lettori, se avete avuto la pazienza di seguirmi fino a qua (tutte le volte mi prometto di fare più brevi i post della Staffetta) andate a vedere anche i post delle altre partecipanti, ecco qua l'elenco

1) Alessia scrap & craft - http://www.4blog.info/school
2) Mamma & Donna - http://www.mammaedonna.info
3) Federicasole - http://lamiadolcebambina.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20blog%20in%20blog
4) Impronta di mamma - http://improntadimamma.blogspot.it
5) Micaela Le M Cronache - http://lemcronache.blogspot.it/search/label/Staffetta
6) Federica Rossi - http://mammamogliedonna.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog
7) paroladilaura - www.paroladilaura.it
8) Vivere a piedi nudi - http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
9) whatAwhomanSaysAboutit - www.quellocheunadonnadice.blogspot.it
10) Palmy Learning is experience - http://laproffa.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
11) Sara Stellegemelle - http://www.stellegemelle.com/search/label/di%20blog%20in%20blog
12) Alessandra - http://fiorievecchiepezze.wordpress.com
13) Io mi piaccio - http://iomipiaccio.blogspot.com
14) Cristina - http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog
15) Il mondo di Cì - http://ilmondodici.blogspot.com/
16) maryclaire perle&cose http://www.maryclaire-perlecose.blogspot.it/
17) made in bottega - http://www.madeinbottega.com
18) Accidentaccio - http://accidentaccio.blogspot.com
19) Il pampano - http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
20) Mammachecasa! - http://mammachecasa.blogspot.co.uk/search/label/Staffetta%20Di%20blog%20in%20blog
21) CeciliaKi - http://ckmystyle.blogspot.it/search/label/staffetta-di-blog-in-blog
22) Barbara - http://mammababysiracconta.blogspot.it/
23) Tinella - http://unaltracosabella.blogspot.it
24) Patrizia - http://pattibum.wordpress.com
25) Dispariepari - http://www.dispariepari.it/
26) Raffaella - http://kitchentipsblog.com/
27) Désirée - http://www.letturealcontrario.com
28) Le Gioie di Moira - http://legioiedimoira.blogspot.it/
30) Design Therapy - http://www.designtherapy.it/
31) Idea Mamma - http://www.ideamamma.it
32) Wondernonna - www.wondernonna.it
33) Arianna - www.conlemaninelsacher.blogspot.it
34) Sono al Mondo - http://http://sonoalmondo.blogspot.it/
35) Il caffè delle mamme - http://www.ilcaffedellemamme.it
36) I Viaggi dei Rospi - http://www.iviaggideirospi.com/search/label/Staffetta%20di%20Blog%20in%20Blog
37) Verdearighe - http://verdearighe.blogspot.it/
38) Come nasce una mamma - http://www.comenasceunamamma.it/news/tempo-libero/193-pulizie-di-primavera-cosa-butto-e-cosa-tengo.html
39) Norma - http://voglioilmondoacolori.blogspot.it/
40) Mamma...e ora che faccio?? - www.mammaorachefaccio.com
41) Viaggi e Baci: http://viaggiebaci.wordpress.com/
42) Caos In Casa: http://caosincasa.blogspot.it/
43) Bodò. Mamme con il jolly http://www.bbodo.it/tag/di-blog-in-blog/
44) mamiblog.it - http://www.mamiblog.it
45)Priorità e Passioni http://prioritaepassioni.blogspot.it/



30 commenti:

  1. mentre leggevo questo post,pensavo al mio....questo è quello che volevo dire....ma le mie frasi confuse e 'disorganizzate' volevano dire proprio questo...più o meno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, ho letto il tuo post, siamo proprio in sintonia
      Ciao

      Elimina
  2. uhhhhh ma che bello originale e ricco brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, bello anche il tuo ma non sono riuscita a commentare

      Elimina
  3. Bello e originale! Voglio buttare via con te soprattutto la fretta e il nervosismo e tenermi la voglia d'imparare e quella di rimettermi in gioco. Grazie per la piacevole lettura.

    RispondiElimina
  4. Ma che bello questo post... e la frase "Noi che al liceo abbiamo studiato SOLO francese" dice un sacco di cose!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu solo francese? Io un po' di anni fa ...
      Ciao

      Elimina
  5. Sei molto brava a scrivere post così lunghi senza annoiare. Se poi riesci davvero a buttare via disordine, disorganizzazione e fretta spiegami come hai fatto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, anche mio marito mi ha detto che non annoio e se lo dice lui che è avaro di complimenti e pure voi, ci credo.
      Grazie davvero.
      Per buttare disordine e disorganizzazione ci sto provando ma non è proprio semplicissimo
      Ciao

      Elimina
  6. Ciao Norma ! bello il tuo originale modo di interpretare l'argomento parlando con il tuo diario...che il tuo diario sia la tua anima ?! :-) è un tuo segreto ... un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, carissima, anche da parte del mio Diario
      ciao

      Elimina
  7. Che bella l'idea del diario, complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono contenta che ti sia piaciuto, ci ho messo tanto impegno
      Ciao

      Elimina
  8. Ciao Norma, che bello il tuo post e che bella questa frase: "non ha senso rimpiangere giorni felici, devi credere che altri giorni felici ti stanno aspettando!" Mi piace chi pensa positivo!!!
    La voglia di metterti in gioco e la voglia di imparare per me sono le migliori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ed allora pensiamo positivo e non smettiamo mai di imparare
      Ciao

      Elimina
  9. Bellissima idea, che dire la fretta la butterei anche io dalla finestra!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci ho provato a buttarla, per un po' ci sono riuscita ma spesso ci ricasco, sigh!

      Elimina
  10. Risposte
    1. Eh, sì, lungo com'è ho dovuto farlo a puntate, o forse è diventato lungo perchè l'ho fatto a puntate?
      Grazie
      Ciao

      Elimina
  11. sono sempe così originali i tuoi post... complimenti!
    condivisbile e bello
    (ah, pure io al liceo ho studiato solo francese!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.
      Anche tu solo francese? Siamo già in 3, facciamo un Club?
      Ciao

      Elimina
  12. Fantastico! Direi che il tuo giorno #1 rispecchia molto le mie giornate...dovrò rifletterci seriamente ;-)
    A presto, CK

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo rispecchia anche le mie, ho cercato di fare buoni propositi ma ci ricasco sempre!
      Ci riproverò
      Ciao

      Elimina
  13. ...mamma mia...e poi dici che sei pigra?? Corsi di inglese, di fotografia, la pittura, lo scrapbooking, i tanti viaggi, le cene...ti credo che ogni tanto devi fare un po' di ordine!! Sembri come una sorella maggiore, anche io sono così...! Quindi capisco cosa intendi ;) anche io a volte ho l'impressione di fare tutto ma senza un "metodo". Forse peró è un pregio, quello delle menti super creative che non si fermano mai!!
    In effetti i ricordi dei viaggi non vanno mai buttati, anche su questo sembri il mio alter ego! Così come sono preziosi gli amici ritrovati dopo 37 anni :')

    Vi ho immaginato un po' come il film di Verdone, l'hai visto? "Compagni di scuola"....geniale! :D

    RispondiElimina
  14. Comunque complimenti...per il post e per la vita intensa!! :))))

    RispondiElimina
  15. Molta carne al fuoco, i tuoi e i miei propositi si assomigliano moltissimo. Ce la possiamo fare...
    Bellissimo post!

    RispondiElimina
  16. Bello questo post! Gli hai dato veramente un taglio originale!
    Un pensiero però su disordine e disorganizzazione: sono fonte di tanta creatività! Per esempio come fare a cavarsela NONOSTANTE disordine e disorganizzazione.

    Ciao
    Arianna@ Con le Mani nel Sacher

    RispondiElimina