Menù

Image Map

giovedì 22 agosto 2013

I suoni dei miei viaggi

Buongiorno a tutti,
eccomi ancora qua per una bella sfida, un'iniziativa proposta da Monica di "Viaggi e baci", ci troviamo in questa pausa estiva per raccontare i nostri viaggi attraverso 3 immagini che raccontano non quello che abbiamo visto ma quello che abbiamo sentito in questi giorni caldi ed assolati, non è facile perché siamo abituati a parlare attraverso immagini e non attraverso i suoni ma ci voglio provare, tema impegnativo ma carico di aspettative.

Certo, il senso più utilizzato è la vista ma anche gli altri 4 non sono da meno anzi, forse danno emozioni più profonde perché la vista siamo abituati ad usarla in ogni occasione, gli altri sensi un po' meno ma quando li usiamo ci regalano sensazioni più forti proprio perché non abituali.

Il suono, per noi che abbiamo la fortuna di poter abbinare ad ogni immagine un suono, certe volte  diamo per scontato tante cose ma a soffermarsi bene viene da pensare che niente è scontato, siamo veramente fortunati ed allora godiamoci fino in fondo questo meraviglioso dono che Dio ci ha dato e lasciamoci andare in questo mondo di note.

Chiudiamo per un momento gli occhi  e lasciamoci guidare dai suoni che sono intorno a noi, sentiamo che cosa ci danno e cosa ci trasmettono.

Ci raccontano cose di altri tempi, di altre vite, sta a noi chiudere gli occhi e catturarle, venite con me in questo viaggio attraverso il tempo e lo spazio, un viaggio che mi emoziona e spero emozionerà anche voi.

1. Barcellona - Luglio 2013

IMG_1800r
Barcellona, pranzo in spiaggia

Sono qui, davanti alla spiaggia, è fine Luglio, è il giorno del mio compleanno, sono felice perché sono nel posto che amo di più, sono a Barcellona, c'è il sole, è caldo sulla mia pelle ma non dà fastidio, se chiudo gli occhi sento il rumore del mare, grida gioiose di bambini, il suono di una lingua dolce, sconosciuta eppure familiare, amica e straniera al tempo stesso.

Nella mia mente vedo il mondo che si muove attorno a me ma io sono ferma, sto sentendo queste emozioni in me ed attorno a me, una forte entropia mi avvolge e mi fa partecipe di un piano che  mi coinvolge con le altre persone con cui sto dividendo questo meraviglioso momento.

2. Barcellona Luglio 2013

Sono ancora a Barcellona, nel posto dove vengo ogni volta che torno qui, è una calamita che mi attrae con una forza tenace e dolce, con la forza dell'amore e della Fede, sono davanti alla Chiesa di Santa Maria del Mar, la Chiesa del Popolo voluta dal Popolo, costruita pietra su pietra dai portuali che le portavano in spalla in un percorso che appare infinito ma che con la forza della Fede doveva essere leggero come le ali di un Angelo.

Sono davanti alla Chiesa ed entro, sento il silenzio dei secoli, il rumore di fondo che riempie la navata e parla di vite trascorse, di storie passate ma anche di futuro e di presente, il passato ed il futuro che si uniscono in un'unica linea che passa attraverso la statua di questa Madonna, un coro di voci, compresa la mia intona una preghiera senza tempo.



Santa Maria del Mar
Barcellona, Santa Maria del Mar
3. Sardegna, Costa Paradiso

Mi sveglio, apro gli occhi e non sono più a Barcellona, ho fatto un volo di 1000 km e di 20 anni, sono tornata indietro nel tempo a quando mio figlio era piccolo, aveva 5 anni, l'ultimo anno in cui siamo stati in Sardegna, mi guardo attorno per vedere cosa è cambiato.

A prima vista sembra tutto uguale, stesso mare, acqua limpida, sentieri impervi che riservano meravigliose sorprese.

Possibile che non sia cambiato niente in tutto questo tempo?

Allora chiudo gli occhi e mi metto in ascolto.

Sono su un sentiero assolato, cespugli di mirto e rosmarino mi annebbiano la mente col loro profumo, una leggera brezza riscalda e raffredda allo stesso tempo il mio corpo, il rumore del suono delle cicale è assordante, mi parla di Estate, di gioia, di vita, di quello che precede il buio dell'Inverno, mi dicono di godere del momento che sto vivendo, del domani non c'è certezza, ed io, in mezzo a questi suoni, a questi profumi mi riempio gli occhi e vedo in lontananza una distesa azzurra che come in un miraggio mi incita ad andare avanti, ad andargli incontro.
Ed io ci vado.



E' la forza che mi ha regalato questa Estate con i suoi colori, sapori, odori ma anche con i suoi suoni, la forza che mi darà il coraggio di superare il lungo Inverno che verrà.
So che sarà un Inverno solo "metereologico" perché io avrò ancora nel cuore il calore ed i suoni di questa meravigliosa Estate.


18 commenti:

  1. Ciao Norma sono Daisy. Mi hai lasciato un commento su "i suoni dei miei viaggi", eccomi da te curiosissima di vedere le foto dei tuoi suoni. Sei davvero incredibile! Hai fatto così tanti complimenti alle mie foto e poi entro qui e vedo questo spettacolo!!! Stupende!!! Poi vedo che hai girato parecchio. Le mie sono solo della mia città. Le tue sono di luoghi vari. Sono un incanto! davvero complimentissimi! Ti avevo risposto nel mio blog ma te lo copio qui: "Ciao Norma grazie di cuore per questo tuo bellissimo commento. Sono felice che i miei suoni in foto ti siano piaciuti. Li trovavo banali ma a quanto pare stanno avendo successo. :-) Vengo a vedere le tue foto allora. Un bacio." E ti confermo tutto!! :-) baci baci e ancora complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara,
      come ti ho già risposto, è facile fare belle foto in luoghi nuovi, il difficile è farli in luoghi che vedi tutti i giorni.
      Sono contenta che ti piacciono, adoro fare fotografie.
      Ciao

      Elimina
  2. Ciao! Come hai descritto bene le tue "sensazioni uditive", tanto che mi sembrava di essere lì anch'io... La foto della cattedrale del mare mi fa ripensare al bel libro che ne racconta la storia. Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io tutte le volte che vedo quella chiesa penso ad Arnau, adoro Barcellona ma forse l'avete già capito ...
      Ciao

      Elimina
  3. Anch'io quando ho visto le foto della Cattedrale ho pensato al libro e dopo aver visto le tue bellissime immagini sicuramente la inserirò nella prossima visita a Barcellona ...
    Originale anche l'idea del video!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il video in realtà è una foto ripetuta un po' di volte a cui ho aggiunto un suono, non avevo ancora pronti i filmati.
      Ciao

      Elimina
  4. Idea curiosa e non convenzionale!!!
    Arrivo da te tramite "Ma la notte no.."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi è piaciuta molto anche la tua
      Ciao

      Elimina
  5. wow che bello! un po' ti invidio :-)
    scherzo: bellissimo post sonoro!
    grazie per aver partecipato con questa sintesi d'estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te che ci hai dato questa opportunità
      ciao

      Elimina
  6. Che meraviglia!!! Grazie anche a Lucia che mi ha permesso di conoscere questo blog!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, grazie a Lucia che mi ha permesso di conoscere te.
      ciao

      Elimina
  7. wou che post fantastico!!!! grazie all'iniziativa della "...ma la notte no" ho conosciuto questo blog fantastico!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di averti conosciuta anch'io.
      Grazie a Lucia
      Un bacio

      Elimina
  8. wou che post fantastico!!!! grazie all'iniziativa della "...ma la notte no" ho conosciuto questo blog fantastico!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, mi fa molto piacere che lo trovi interessante, ci metto l'anima in questo Blog

      Elimina
  9. Anch'io quando entro nelle chiese vengo avvolta dal silenzio dei secoli, una sensazione stranissima ma molto bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che sia una emozione comune perché è bellissima
      Ciao

      Elimina